14
novembre 2016

Comfort food. Il cioccolato

Uno dei cibi che maggiormente nutrono più lo spirito che il fisico è senz’altro il cioccolato! Certo ha dei suoi specifici valori nutrizionali, contiene apprezzabili percentuali di ferro e magnesio, antiossidanti importanti per combattere i famigerati radicali liberi … ma chi di noi mangia cioccolato per questo?

Il cioccolato nutre la nostra anima, ci consola nei momenti di fragilità, ci offre gratificazione e appagamento immediati senza alcuna complicazione o sforzo, ma è anche capace di eccitare i nostri sensi e farci provare un sublime   piacere … insomma è davvero difficile resistergli!

Purtroppo proprio queste sue caratteristiche fanno sì che ci siano davvero tante occasioni “adatte” per mangiare cioccolato e, se non siamo molto bravi con l’autocontrollo, facilmente si eccede nelle quantità. Se è vero che un quadretto di cioccolato fondente è ammesso ormai in moltissime diete … il rapporto costi/benefici diventa negativo quando invece di un quadretto ne mangiamo una intera tavoletta!

Già da bambini il cioccolato è spesso un “premio” per comportamenti ritenuti adeguati e conformi alle aspettative, crescendo manteniamo questo abbinamento premio = cioccolato … e questo fa sì che privarci del cioccolato ci faccia sentire in punizione! È già difficile rinunciare al gusto e al profumo del cioccolato, se poi questa rinuncia ci fa sentire anche meritevoli di una punizione diventa un atto eroico … che sicuramente non potrà essere prolungato nel tempo!

La strada da percorrere per un consumo corretto ed adeguato di cioccolato inizia quindi dalla separazione di questo alimento dal meccanismo premio / punizione; in questo modo potremo gustare il quadretto di cioccolato consentito dalla nostra dieta senza “allargarci” nelle quantità … senza sentirci né premiati né puniti, né buoni né cattivi.

E nei momenti di sconforto, quando vediamo tutto nero e crediamo che i problemi siano più grandi di noi, cerchiamo di ascoltare quali sono i nostri reali bisogni … sicuramente il cioccolato può fornire un appagamento immediato, ma non risponde alle nostre effettive esigenze, sono altre le cose delle quali abbiamo davvero bisogno. La soddisfazione e l’appagamento che ci viene dal cioccolato passa velocemente … per questo dobbiamo continuare a mangiarne tanto!

Da Eliana Sabatini
Categoria: Blog