22
maggio 2017

Gluten free. Un’alimentazione scelta anche per motivi dietetici.

Gluten free. Un regime alimentare che si sta diffondendo anche tra chi non è intollerante al glutine.

È appena finita la settimana nazionale della celiachia. Questa patologia un tempo abbastanza sconosciuta, è salita alla ribalta già da qualche anno. Per questo motivo spuntano sempre più prodotti già pronti che non contengono glutine e molti sono i locali che propongono menù dedicati a chi soffre di questa patologia.

Le persone celiache non hanno alternativa: devono escludere per sempre e completamente il glutine dalla loro dieta, perché a tutt’oggi non si conoscono cure efficaci per contrastare questa malattia; oltre ai celiaci veri e propri ci sono persone che sono solo intolleranti al glutine, anche loro devono escludere il glutine dalla dieta, ma solo per un periodo di tempo, trascorso il quale possono gradualmente reintegrarlo.

Oltre a queste due categorie di persone ce n’è una terza che sta conquistando sempre più seguaci: persone che non hanno nessun reale problema con il glutine, ma che scelgono liberamente di escluderlo dalla loro dieta ritenendolo un elemento dannoso per la salute.

A questo riguardo ci sono naturalmente due fazioni: da una parte chi è a favore della dieta senza glutine, sostenendo che aiuta a perdere peso e favorisce la disintossicazione, dall’altra chi è contrario affermando che il glutine è una fonte proteica importante e che spesso i prodotti senza glutine, che non sono pensati per dimagrire o disintossicarsi, possono essere ricchi di grassi e comunque non necessariamente sani e dietetici.

La regola aurea è sempre quella: rivolgersi a un professionista che possa valutare ogni singola situazione consigliandoci la dieta migliore per noi.

Seguire un regime alimentare restrittivo senza una reale e concreta necessità presuppone che la scelta sia prevalentemente emotiva: forse pensiamo che se tante persone , magari delle celebrità, lo fanno ci saranno dei buoni motivi, o forse riteniamo di non conoscere a sufficienza il nostro corpo per poterci fidare delle sensazioni che ci dà e, in questo caso, preferiamo dar credito alle esperienze di altri. Quale che sia il motivo, se diverso da una patologia conclamata, prima di adottare questo o quel regime alimentare possiamo chiederci quale sia il nostro vero intento, se abbiamo davvero bisogno di disintossicarci o se invece le tossine di cui sentiamo il bisogno di liberarci siano di altro tipo, o ancora se l’esigenza di perdere qualche chilo non nasconda la necessità di conformarci a un canone estetico che non per forza ci corrisponde.

Le persone celiache non hanno scelta, per loro la dieta senza glutine è l’unica strada percorribile, chi invece non soffre di questa patologia può valutare i vantaggi e gli svantaggi di questa dieta tenendo conto anche delle emozioni e dei vissuti che entrano inevitabilmente in gioco in questa decisione.

Da Eliana Sabatini
Categoria: Blog